Chi siamo: “quelli della legalità”

Siamo un gruppo di capi AGESCI che, all’interno del settore GPN (Giustizia, Pace e Nonviolenza) lombardo, intende promuovere un’opera di sensibilizzazione sui tanti temi della Legalità: le regole, i conflitti, la trasgressione, il carcere, la convivenza civile e la lotta alle mafie.

Dal 2003 organizziamo a Milano il Workshop “Chi è dentro è dentro, chi è fuori è fuori? – Convivenza civile, Trasgressione & Carcere, tre giorni in cui 30 Rover e Scolte provenienti da tutta la Lombardia fanno esperienza della realtà giudiziaria e penitenziaria, venendo in contatto con persone che a vario titolo operano in questi ambiti.

Oltre alla nostra specifica esperienza come organizzatori del Workshop, possiamo fornire idee e “contatti” sul territorio per attività sul tema rivolte, in particolare, a ragazzi/e di Noviziato e Clan/Fuoco.

Stiamo inoltre lavorando su questi progetti:

•  mappare in tutta Italia le iniziative dell’AGESCI sul tema della educazione alla legalità (progetti che utilizzino beni confiscati alla mafia, cantieri e WS sul carcere, etc.) per organizzare una rete alla quale possano accedere tutti gli scout che vogliono fare attività su questi temi;

• organizzare incontri con testimonianze (ex-detenuti, vittime di reati, magistrati ed avvocati, operatori che lavorano in carcere) aperte a ragazzi di Clan/Fuoco, Noviziati e Comunità Capi di Milano e dintorni;

• fornire supporto organizzativo per Clan/Fuoco che vogliano vivere un’esperienza simile al nostro workshop fornendo idee e contatti per uscite/incontri sui temi della giustizia, legalità, trasgressione e carcere;

• rinforzare la collaborazione tra AGESCI Lombardia e Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. In tale ottica abbiamo promosso la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie che si è tenuta a Milano il 20 marzo 2010 e abbiamo portato la nostra testimonianza durante la giornata del 16 marzo 2013 a Firenze;

• essere solidali con chi è stato vittima di un reato: per tale motivo abbiamo seguito con attenzione e sostenuto la nascita del coordinamento familiari vittime di Libera in Lombardia;

• realizzare un innovativo percorso didattico da proporre alle scuole sui temi del nostro Workshop, tenendo conto della complessità dell’argomento (“cosa accade quando, con la commissione di un reato, si verifica uno strappo nel tessuto sociale?);

 

Annunci